fbpx

Ti svegli sempre alle 3 del mattino, ogni notte? Soffri di una leggera insonnia? Ciarle ti vuole da qualche consiglio.

Se passi le prime ore a fissare il soffitto, ti capiamo. Magari qualche brutta giornata, la stanchezza di un giorno lunghissimo, l’ansia per il giorno dopo… può capitare.

Svegliarsi e alzarsi durante la notte fa parte del normale comportamento del sonno. Ma di solito si tratta di qualcosa molto temporaneo. Lo afferma pure la dottoressa Katharina Lederle, specialista del sonno e della stanchezza.

Cosa può provocare l’insonnia?

La dottoressa scrive che quello che fai durante la giornata influenza il sonno. Quindi attenzione alle cattive abitudini come:

  • mangiare tardi
  • oppure la troppa sedentarietà sul divano.

Così come altri fattori, come la sindrome premestruale, non favoriscono l’ottenimento di un sonno di qualità.

Cosa fare se non si riesce a dormire?

Una buona strategia per dormire bene, se non riesci è calmare i tuoi pensieri è questa.

“Affrontare l’ansia e lo stress durante il giorno con la consapevolezza di poter calmare uno stato iper-eccitato.
Questo ti può aiutare a rimanere addormentata.”

E quando ti ritrovi sveglia ad un’ora micidiale?

Accetta cosa sta succedendo.

“Non lottare, ferma l’angoscia associata al risveglio, questo può aiutarti a dormire di nuovo”, aggiunge.

Le persone sono interessate a sapere anche

Dall’internet

Cosa succede se non si dorme la notte?

La privazione di sonno accelera la morte delle cellule cerebrali a breve termine e porta stanchezza e malumore. Numerosi studi hanno dimostrato come l’insonnia possa innescare allucinazioni, disorientamento, paranoia e aggressività

Come curare insonnia da ansia?

Esistono differenti modalità per contrastare lo stato di insonnia da stress. In primo luogo è necessario non sottovalutare il problema, bisogna saper ascoltare i segnali del proprio corpo, accogliere e trasformare in positivo attivandosi nella ricerca della soluzione.

Se il problema persiste consultare il medico

Non sottovalutare il problema. Se il problema persiste, per più di qualche settimana, consulta il tuo medico di famiglia o un terapista del sonno per una strategia che funzioni per te per superare l’insonnia.

Pin It on Pinterest

Share This